Idee, pensieri e riflessioni

Articoli con tag “solitudine

Mi manchi

Mi Manchi

E’ triste
pensarti lontano,
immergermi nel tuo silenzio
e fingere di non capire.

Quante parole
vorrei  dirti,
quante
invece da dimenticare,
tante
le ho lasciate cadere e finire
in dubbi mai svelati.

Mi manchi,
nel silente respiro delle notti
rinchiuso in questa cella di cemento,
al sorgere inquietante del giorno,
nella fredda mattina
trapassato dal vento.

Mi manchi,
tra le pesanti pieghe
dei miei sogni
quando la tua voce appare
e poi si perde
al mio risveglio,
quando svanisce il sogno
e io m’accorgo
d’aver paura di rincorrerti
e di non poterti più raggiunge.
Di ritrovarmi solo fino
alla fine dei miei giorni. – P.


Half World Away (R.E.M.)

Senza di te...

Questo potrebbe essere il più triste tramonto
che io abbia mai visto
trasformarsi in un miracolo
così vivo
la mia mente corre
come farà sempre
la mia mano è stanca, il cuore soffre
sono mezzo mondo lontano da qui
la mia testa ha giurato
che andrò da solo
e seguirlo
e trascinarlo
e trattenerlo
andare da solo
seguirlo e trattenerlo, trattenerlo.

Questo vuoto solitario e profondo
sono mezzo mondo
mezzo mondo lontano.
Le mie scarpe sono andate
la mia vita esaurita
ho avuto troppo da bere
non ho riflettuto
e non ho riflettuto su di te
immagino che tutto ciò di cui ho avuto bisogno
è di andare via da solo
e di andare avanti
tirare avanti
e resistere.

I merli vanno avanti e indietro e si tuffano in picchiata
questo mondo solitario è devastato
occhi patetici e così vivi
ciechi all’onda che viene dal mare.
Questa tempesta sta rinforzando
scuote gli alberi
e spazza via le nostre paure.
Non riesco neppure a sentire
di proseguire da solo.
E resistere da ora in avanti
trascinare (il peso) da ora in avanti
e sopportarlo
Proseguire da solo
E resistere da ora in avanti
trascinare (il peso) da ora in avanti
proseguire da solo
e sopportarlo da ora in avanti
trascinare (il peso) da ora in avanti
e sopportarlo

I merli vanno avanti e indietro e si tuffano in picchiata
Questo potrebbe essere il più triste tramonto
che io abbia mai visto
trasformarsi in un miracolo
così vivo
la mia mente corre
come farà sempre
la mia mano è stanca, il cuore soffre
sono mezzo mondo lontano da qui e (continuo) ad andare.

This could be the saddest dusk
I’ve ever seen
Turn to a miracle
high alive
My mind is racing
As it always will
My hand is tired my heart aches
I’m half a world away here
my head sworn
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it
Go it alone
Hold it along and hold, hold.

This lonely deep sit hollow
I’m half a world
Half the world away
My shoes are gone
My life spent
I had too much to drink
I didn’t think
and I didn’t think of you
I guess that’s all I needed
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it

Blackbirds backwards forwards and fall and hold hold.
Oh this lonely world is wasted
Pathetic eyes high alive
blind to the tide that turns the sea
This storm it came up strong
It shook the trees
And blew away our fear
I couldn’t even hear
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it
To go it alone
And hold it along
Haul it along
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it

Blackbirds backwards forwards and fall and hold hold.
This could be the saddest dusk
I’ve ever seen
Turn to a miracle
high alive
My mind is racing
As it always will
My hands tired my heart aches
I’m half a world away and go.


Ti ho amato – Alessandro Baricco

Oceano Mare

Non ti ho amato per noia, o per solitudine, o per capriccio.

Ti ho amato perché il desiderio di te era più forte di qualsiasi felicità.

E lo sapevo che poi la vita non è abbastanza grande per tenere insieme

tutto quello che riesce ad immaginarsi il desiderio.

Ma non ho cercato di fermarmi, né di fermarti. Sapevo che lo avrebbe fatto lei.

E lo ha fatto. E’ scoppiata tutto d’un colpo.

– Alessandro BariccoOceano Mare