Idee, pensieri e riflessioni

Articoli con tag “scandali

La ricchezza nascosta della Chiesa di Ratizinger

Papa – Un’inchiesta del noto settimanale tedesco Der Spiegel denuncia la gestione a dir poco opaca dei beni della chiesa cattolica tedesca. Un nuovo scandalo bussa alla porte del Paradiso?

Come se non bastassero i numerosi abusi a sfondo sessuale e pedofilo venuti alla luce un po’ dappertutto nel mondo, una nuova serie di scandali finanziari, dalle piccole e grandi ruberie al finanziamento illecito fino all’uso tutt’altro che caritatevole delle quote “pubbliche” di denaro assegnate dai cittadini e dallo Stato, sta scuotendo le fondamenta della Chiesa cattolica tedesca. Per ora, quasi nessuno annuncia contrizioni di sorta anzi, c’è chi minaccia querele e chi si trincera dietro un eloquente “No comment”, tuttavia c’è già chi è disposto a scommettere che molto presto la “questione finanziaria” – in Germania come Italia e altrove – finirà col mettere in serio imbarazzo la stessa “stanza dei bottoni” vaticana.

[Prosegue su : Giornalettismo]

Annunci

Hai fatto sesso col senatore? Dimostracelo e ti daremo i biglietti per il concerto

Streape tease – Un politico del Missouri, severo censore della morale e del buoncostume, vuole proibire streape tease e lap dance dai night club. Un blog lancia la provocatoria iniziativa. Sapere cosa davvero lo ossessiona del sesso.

“Hai fatto sesso col senatore Matt Bartle? Se è così, vogliamo sapere tutto”. Questo l’incipit della provocatoria iniziativa di un popolare blog americano, “The Pitch” che, in questo modo, vuole combattere la campagna “bacchettona” del senatore repubblicano del Missouri, Matt Bartle. “Bartle – si legge sul blog – è un ossessionato dal sesso” e secondo gli autori di Pitch deve avere qualche inconfessabile scheletro nell’armadio, per forza. Magari un’adolescenza non proprio felice, forse qualche problema sorto in età puberale a rapportarsi con il sesso opposto, un trauma, una fobia o persino una turbe psichica che l’assilla così tanto da voler proibire a tutti la visione di un semplice spogliarello in qualche club del suo Stato. Cosa c’è di meglio – sostiene il blog – che smascherare un sedicente bacchettone conoscendo appunto i suoi “gusti” ed i suoi “appetiti” sessuali direttamente da chi ha fatto sesso con lui? Perché qualcuno deve pur esserci!

[Prosegue su Giornalettismo.com]