Idee, pensieri e riflessioni

Articoli con tag “germania

La ricchezza nascosta della Chiesa di Ratizinger

Papa – Un’inchiesta del noto settimanale tedesco Der Spiegel denuncia la gestione a dir poco opaca dei beni della chiesa cattolica tedesca. Un nuovo scandalo bussa alla porte del Paradiso?

Come se non bastassero i numerosi abusi a sfondo sessuale e pedofilo venuti alla luce un po’ dappertutto nel mondo, una nuova serie di scandali finanziari, dalle piccole e grandi ruberie al finanziamento illecito fino all’uso tutt’altro che caritatevole delle quote “pubbliche” di denaro assegnate dai cittadini e dallo Stato, sta scuotendo le fondamenta della Chiesa cattolica tedesca. Per ora, quasi nessuno annuncia contrizioni di sorta anzi, c’è chi minaccia querele e chi si trincera dietro un eloquente “No comment”, tuttavia c’è già chi è disposto a scommettere che molto presto la “questione finanziaria” – in Germania come Italia e altrove – finirà col mettere in serio imbarazzo la stessa “stanza dei bottoni” vaticana.

[Prosegue su : Giornalettismo]


Francia & Germania e quelle banche a rischio crack

Crack – Diversi istituti di credito di Francia e Germania risultano gravemente esposti nei confronti di quei paesi europei, come la Grecia o la Spagna, fortemente indebitati. Un domino impazzito rischia di travolgere le stesse locomotive d’Europa?

Secondo un allarmato rapporto della Banca dei Regolamenti Internazionali (Bank for International Settlements, meglio nota con l’acronimo BIS) anticipato dal New York Times, Le banche francesi e tedesche hanno prestato quasi 1.000 miliardi dollari ai paesi europei più colpiti dalla crisi del debito, finendo così con l’esporsi a loro volta.
In particolare, per il Bis, l’istituzione finanziaria con sede a Basilea in Svizzera, che agisce come una sorta di camera di compensazione fra le varie banche centrali del mondo, dal 2009 le banche francesi hanno prestato 493 miliardi di dollari alla Spagna, alla Grecia, al Portogallo e all’Irlanda 2009, mentre le banche tedesche, a loro volta, hanno prestato circa 465 miliardi di dollari.

[Prosegue su Giornalettismo]