Idee, pensieri e riflessioni

Ultima

Comunque, grazie

Tu!

Comunque, grazie.

Non so come finirà, non so nemmeno se ci sarà mai un inizio. Non m’importa.

E’ tutto così strano, tutto così impossibile. Lucido e assurdo.

Eppure, sento il bisogno di ringraziarti fin d’adesso.

Grazie, per aver riportato il mio cuore nuovamente a pulsare.

Battiti insoliti ed incalzanti, assai diversi da quelli appena scanditi solo pochi istanti prima.

Grazie, per aver riportato un alito fresco di passione tra i miei logori pensieri.

Grazie, per la tua fiera spensieratezza e per la gioia di vivere che ci metti.

Grazie, per aver provato a sgomberare da sola le nubi dal mio indefinito orizzonte,

 facendomi assaporare, ancora, la gioia d’intravedere un cielo terso.

Grazie, per il solo fatto di lasciarmi immaginare il tuo sorriso.

Un caldo raggio di Sole che scaccia via l’inverno dal mio volto.

Grazie, per avermi fatto capire che in fondo “il male nasce sempre dove l’amore non basta”.

Grazie di esistere anche se resti impalpabile sogno. Irraggiungibile chimera.

E’ proibito non sorridere… (Pablo Neruda)

Neruda

E’ proibito
piangere senza imparare,
svegliarti la mattina senza sapere che fare
avere paura dei tuoi ricordi.

E’ proibito non sorridere ai problemi,
non lottare per quello in cui credi
e desistere, per paura.
Non cercare di trasformare i tuoi sogni in realtà.

E’ proibito non dimostrare il tuo amore,
fare pagare agli altri i tuoi malumori.

E’ proibito abbandonare i tuoi amici,
non cercare di comprendere coloro che ti stanno accanto
e chiamarli solo quando ne hai bisogno.

E’ proibito non essere te stesso davanti alla gente,
fingere davanti alle persone che non ti interessano,
essere gentile solo con chi si ricorda di te,
dimenticare tutti coloro che ti amano.

E’ proibito non fare le cose per te stesso,
avere paura della vita e dei suoi compromessi,
non vivere ogni giorno come se fosse il tuo ultimo respiro.

E’ proibito sentire la mancanza di qualcuno senza gioire,
dimenticare i suoi occhi e le sue risate
solo perchè le vostre strade hanno smesso di abbracciarsi.
Dimenticare il passato e farlo scontare al presente.

E’ proibito non cercare di comprendere le persone,
pensare che le loro vite valgono meno della tua,
non credere che ciascuno tiene il proprio cammino
nelle proprie mani.

E’ proibito non creare la tua storia,
non avere neanche un momento per la gente che ha bisogno di te,
non comprendere che ciò che la vita ti dona, 
allo stesso modo te lo può togliere.

E’ proibito non cercare la tua felicità,
non vivere la tua vita pensando positivo,
non pensare che possiamo solo migliorare,
non sentire che, senza di te,
questo mondo non sarebbe lo stesso. – Pablo Neruda

Sarà proibito… ma oggi è anche tanto difficile. – P.

Eh… già (Vasco Rossi)

Eh già
eh già
sembrava la fine del mondo
ma sono ancora qua
ci vuole abilità
eh, già
il freddo quando arriva poi va via
il tempo di inventarsi un’altra diavoleria

eh, già
sembrava la fine del mondo
ma sono qua
e non c’è niente che non va
non c’è niente da cambiare

col cuore che batte più forte
la vita che va e non va
al diavolo non si vende
si regala

con l’anima che si pente
metà e metà
con l’aria, col sole
con la rabbia nel cuore
con l’odio, l’amore
in quattro parole
io sono ancora qua

eh, già
eh, già
io sono ancora qua

eh, già
ormai io sono vaccinato, sai
ci vuole fantasia
e allora che si fa?
eh, già
riprenditi la vita che vuoi tu
io resto sempre in bilico
più o meno, su per giù

più giù, più su
più giù, più su

più su, più giù
più su, più giù
più su, più giù
più su

col cuore che batte più forte
la vita che va e non va
con quello che non si prende
con quello che non si dà

poi l’anima che si arrende
alla malinconia
poi piango, poi rido
poi non mi decido
cosa succederà?

col cuore che batte più forte
la notte ha da passà
al diavolo non si vende
io sono ancora qua

eh, già
eh, già
io sono ancora qua
eh, già
eh, già
io sono ancora qua
io sono ancora qua
eh, già
eh, già

Half World Away (R.E.M.)

Senza di te...

Questo potrebbe essere il più triste tramonto
che io abbia mai visto
trasformarsi in un miracolo
così vivo
la mia mente corre
come farà sempre
la mia mano è stanca, il cuore soffre
sono mezzo mondo lontano da qui
la mia testa ha giurato
che andrò da solo
e seguirlo
e trascinarlo
e trattenerlo
andare da solo
seguirlo e trattenerlo, trattenerlo.

Questo vuoto solitario e profondo
sono mezzo mondo
mezzo mondo lontano.
Le mie scarpe sono andate
la mia vita esaurita
ho avuto troppo da bere
non ho riflettuto
e non ho riflettuto su di te
immagino che tutto ciò di cui ho avuto bisogno
è di andare via da solo
e di andare avanti
tirare avanti
e resistere.

I merli vanno avanti e indietro e si tuffano in picchiata
questo mondo solitario è devastato
occhi patetici e così vivi
ciechi all’onda che viene dal mare.
Questa tempesta sta rinforzando
scuote gli alberi
e spazza via le nostre paure.
Non riesco neppure a sentire
di proseguire da solo.
E resistere da ora in avanti
trascinare (il peso) da ora in avanti
e sopportarlo
Proseguire da solo
E resistere da ora in avanti
trascinare (il peso) da ora in avanti
proseguire da solo
e sopportarlo da ora in avanti
trascinare (il peso) da ora in avanti
e sopportarlo

I merli vanno avanti e indietro e si tuffano in picchiata
Questo potrebbe essere il più triste tramonto
che io abbia mai visto
trasformarsi in un miracolo
così vivo
la mia mente corre
come farà sempre
la mia mano è stanca, il cuore soffre
sono mezzo mondo lontano da qui e (continuo) ad andare.

This could be the saddest dusk
I’ve ever seen
Turn to a miracle
high alive
My mind is racing
As it always will
My hand is tired my heart aches
I’m half a world away here
my head sworn
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it
Go it alone
Hold it along and hold, hold.

This lonely deep sit hollow
I’m half a world
Half the world away
My shoes are gone
My life spent
I had too much to drink
I didn’t think
and I didn’t think of you
I guess that’s all I needed
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it

Blackbirds backwards forwards and fall and hold hold.
Oh this lonely world is wasted
Pathetic eyes high alive
blind to the tide that turns the sea
This storm it came up strong
It shook the trees
And blew away our fear
I couldn’t even hear
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it
To go it alone
And hold it along
Haul it along
To go it alone
And hold it along
Haul it along
And hold it

Blackbirds backwards forwards and fall and hold hold.
This could be the saddest dusk
I’ve ever seen
Turn to a miracle
high alive
My mind is racing
As it always will
My hands tired my heart aches
I’m half a world away and go.

Dimenticarti è poco

Dimenticarti è poco

È duro, senza dubbio, non essere più amati quando si ama;
ma niente in confronto a essere ancora amati quando non si ama più. – Georges Courteline

Vieni a galla nei ricordi
nel mezzo dell’oceano
spunti come un ramo secco
nel verde immenso a maggio
nelle cose che ho preso e che ho cambiato
ci sei e ci resterai
un “TI AMO” salvato andrebbe invece
sempre cancellato

così come il tuo bel nome
che ancora suona forte
via regali via dettagli
cornici solo vuote
se bastasse davvero tutto questo
sarebbe tutto a posto
ma ho paura che a questo giro invece
dimenticarti è poco

dimenticarti sarà per l’altra vita
questa è già piena di corsi e di ricorsi
di capelli tuoi tanti che ho raccolto
in casa e per la strada
di promesse che ho mantenuto solo
quand’era troppo tardi

la tua voce è un suono lungo
come una nave in porto
l’espressione del tuo volto
è chiara ma non troppo
questa lunga convalescenza spero
mi renderà più forte
ma se adesso qualcosa mi toccasse
troverebbe il vuoto

dimenticarti è poco e non ha senso
niente mi sposta da il punto che mi hai dato
sono troppe le cose a cui di colpo
hai tolto e luce e fiato
sono pezzi di vita che a fatica
avevo costruito

grazie di tutto eternamente grazie
meglio aver male che essere un fantasma
grazie per i tuoi giorni giovani che a me hai dedicato
grazie per i tuoi fronte contro fronte

dimenticarti è poco
dimenticarti è poco – Biagio Antonacci

Ti ho amato – Alessandro Baricco

Oceano Mare

Non ti ho amato per noia, o per solitudine, o per capriccio.

Ti ho amato perché il desiderio di te era più forte di qualsiasi felicità.

E lo sapevo che poi la vita non è abbastanza grande per tenere insieme

tutto quello che riesce ad immaginarsi il desiderio.

Ma non ho cercato di fermarmi, né di fermarti. Sapevo che lo avrebbe fatto lei.

E lo ha fatto. E’ scoppiata tutto d’un colpo.

– Alessandro BariccoOceano Mare

Trattenere il respiro (Try not breathe, R.E.M.)

R.E.M.Questa canzone merita un solo aggettivo. Stupenda. E’, a suo modo, un inno all’amore. Il protagonista della canzone è un vecchio che fa un bilancio della sua vita con la sua compagna e si preparare serenamente a “non respirare” più. Il testo è pura poesia. Ascoltare e leggere… per credere.

Se un giorno vorrò un epitaffio sulla mia tomba, queste parole saranno quelle giuste. Prendete nota…

Tenterò di trattenere il respiro

Posso tenere ferma la mia testa con le mani sulle ginocchia

Questi occhi sono gli occhi di un vecchio, tremolanti e piegati

Tenterò di trattenere il respiro

Questa è una mia decisione. Ho avuto una vita piena

e questi sono gli occhi che voglio che tu ricordi.

Ho bisogno di qualcosa che voli ancora sopra la mia tomba

Ho bisogno di qualcosa per cui vivere

Tenterò di non esserti di peso

Posso tenere tutto dentro. Tratterrò il respiro

fino a quando questi brividi spariranno.

Guardami soltanto negli occhi

Tenterò di evitarti ogni preoccupazione

Ho visto cose che tu non vedrai mai

Lasciale ai miei ricordi. Tremo (all’idea) di respirare

Voglio che tu ricordi. (tu non vedrai mai)

Ho bisogno di qualcosa che voli (qualcosa che voli)

Ancora sulla mia tomba (tu non vedrai mai)

Ho bisogno di qualcosa per cui vivere

Tesoro, non tremare ora

Perché tremi adesso? (io vedrò cose che tu non vedrai mai)

Ho bisogno di qualcosa che voli (qualcosa che voli)

ancora sulla mia tomba (tu non vedrai mai)

Ho bisogno di qualcosa per cui vivere

Tenterò di evitarti ogni preoccupazione

Ho visto cose che tu non vedrai mai

Lasciale ai miei ricordi. Tremo (all’idea) di respirare

Ho bisogno di qualcosa per cui vivere

Ho bisogno di qualcosa che voli (qualcosa che voli)

ancora sulla mia tomba (tu non vedrai mai)

Ho bisogno di qualcosa per cui vivere

Tesoro, non tremare ora

Perché tremi adesso? (io vedrò cose che tu non vedrai mai)

Ho bisogno di qualcosa che respira (qualcosa che respira – ho visto cose che voi non vedrete mai)

Voglio che tu lo ricordi.

– – –

I will try not to breathe, I can hold my head still with my hands at my knees, These eyes are the eyes of the old, shiver and fold, I will try not to breathe, This decision is mine. I have lived a full life, And these are the eyes that I want you to remember, oh, I need something to fly over my grave again, I need something to breathe

I will try not to burden you, I can hold these inside. I will hold my breath, Until all these shivers subside, Just look in my eyes, I will try not to worry you, I have seen things that you will never see, Leave it to memory me. I shudder to breathe

I want you to remember, oh (you will never see) I need something to fly (something to fly) Over my grave again (you will never see) I need something to breathe (something to breathe)

Baby, don’t shiver now Why do you shiver? (I will see things you will never see) I need something to fly (something to fly) Over my grave again. (I will see things you will never see) I need something to breathe, oh, oh, oh, oh

I will try not to worry you I have seen things that you will never see Leave it to memory me. Don’t dare me to breathe I want you to remember, oh (you will never see) I need something to fly (something to fly) Over my grave again (you will never see) I need something to breathe (something to breathe)

Baby, don’t shiver now Why do you shiver now? (I will see things you will never see) I need something to breathe (something to breathe – I have seen things you will never see) I want you to remember.

Poi sei venuta tu – Vladimir Majakovskij

L'amore non finisce maiPoi sei venuta tu,
e t’è bastata un’occhiata 

per vedere
dietro quel ruggito,
dietro quella corporatura,
semplicemente un fanciullo.
L’hai preso,
hai tolto via il cuore
e, così,
ti ci sei messa a giocare,
come una bambina con la palla.
E tutte,
signore e fanciulle,
sono rimaste impalate
come davanti a un miracolo.
“Amare uno così?
Ma quello ti si avventa addosso!
Sarà una domatrice,
una che viene da un serraglio!”
Ma io, io esultavo.
Niente più
giogo!
Impazzito dalla gioia,
galoppavo,
saltavo come un indiano a nozze,
tanto allegro mi sentivo,
tanto leggero.

– Vladimir Majakovskij
  

Il cuore e il bambino

Il Cuore e il BambinoOggi, un bimbo mi ha chiesto: “Ma il cuore sta sempre nello stesso posto, oppure, ogni tanto, si sposta? Va a destra e a sinistra?”. Io: “No, il cuore resta sempre nello stesso posto. A sinistra”. Ed intanto penso… Poi, un giorno, crescerai. Ed allora capirai che il cuore vive in mille posti diversi, senza abitare, davvero, in nessun luogo.

Ti sale in gola, quando sei emozionato. O precipita nello stomaco, quando hai paura, o sei ferito. Ci sono volte in cui accelera i suoi battiti, e sembra volerti uscire dal petto. Altre volte, invece, fa cambio col cervello. Crescendo, imparerai a prendere il tuo cuore per posarlo in altre mani. E, il più delle volte, ti tornerà indietro un po’ ammaccato. Ma tu non preoccupartene. Sarà bello uguale. O, forse, sarà più bello ancora. Questo, però, lo capirai solo dopo molto, molto tempo. Forse.

Ci saranno giorni in cui crederai di non averlo più, un cuore. Di averlo perso. E ti affannerai a cercarlo in un ricordo, in una fotografia, in un profumo, nello sguardo di qualcuno o nelle tasche di un vecchio abito che ormai non indossi più. Poi, ci sarà un altro giorno… Un giorno un po’ diverso, un po’ speciale, un po’ importante. Quel giorno, capirai che non tutti hanno un cuore. Lascia che sia… è così.

With or without you (Con o senza di te) U2

Con o senza te

Con o senza di te

Guarda la gemma presente nei tuoi occhi
Guarda il giro di spine dalla tua parte
Io ti aspetto
Abilità e colpo di fortuna
Su un letto di chiodi lei mi fa aspettare
E io aspetto senza di te
Con o senza di te

Attraverso la tempesta raggiungiamo la spiaggia
Tu dai tutto, ma io voglio di più
E io ti sto aspettando

Con o senza di te
Io non posso vivere
Con o senza di te

E tu te ne vai via
E tu te ne vai
E tu te ne vai via

Le mie mani sono legate
Il mio corpo è sfregiato, lei mi ha preso con
Nulla da vincere e
Nulla ancora da perdere
E tu te ne vai via
E tu te ne vai
E tu te ne vai via…

With or without you

See the stone set in your eyes. See the thorn twist in your side. I wait for you. Sleight of hand and twist of fate. On bed of nails she makes me wait. And I wait without you, With or without you. Through the strom we reach the shore. You give it all but I want more. And I’m waiting for you. With or without you. I can’t live. With or without you. And you give yourself away. And you give. And you give yourself away. My hands are tied. My body bruised she got me with. Nothing to win and. Nothing left to lose. And you give yourself away. And you give. And you give yourself away…